traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 153215

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

10
2


proponici le tue notizie

email:


Jeremy D. Popkin
Un nuovo mondo inizia
La storia della Rivoluzione francese
Einaudi La Biblioteca


Pianeta Libri news. Torino, 20 novembre 2021 – Un nuovo e avvincente racconto dell'evento capitale che inaugura il mondo contemporaneo, definendone gli obiettivi e il vocabolario. Sintetizzando anni di studi, questo libro descrive i protagonisti, i comprimari, i drammi, i convulsi dibattiti, gli ideali, le ambiguità e i lasciti della Rivoluzione francese. Una ricostruzione esemplare, esente da ideologie e ricca di originali prospettive critiche.

La Rivoluzione francese è forse l’episodio piú drammatico della storia, e fu il «big bang» da cui nacquero tutti gli elementi base della moderna politica e dei conflitti sociali. La democrazia, il populismo, il liberalismo, il conservatorismo, il socialismo, il nazionalismo, il femminismo, l’abolizionismo e l’imperialismo «illuminato» sono tutti eredi di quel decisivo sconvolgimento iniziato a Parigi nel 1789.

I principî della Rivoluzione francese rimangono l’unica base possibile per dar vita a una società giusta – anche se, dopo oltre duecento anni, questi ideali non sono stati realizzati e vengono spesso contestati.

Jeremy Popkin ci accompagna dall’assalto alla Bastiglia alla stesura della Dichiarazione dei diritti dell’uomo, e dall’avvento del regno del terrore all’ascesa di Napoleone. Il suo racconto segue passo dopo passo i rivoluzionari nel loro tentativo di realizzare l’assioma secondo cui «tutti gli uomini nascono e rimangono liberi e uguali nei diritti».

Popkin dipinge vividi ritratti dei capi della Rivoluzione, tra cui Robespierre, Danton e Mirabeau, dando allo stesso tempo spazio a figure meno note. Un racconto magistrale che, tra l’altro, per primo mostra come le donne e le violenze nei possedimenti francesi d’oltremare abbiano influito sul corso della Rivoluzione.

Sommario

Introduzione: Bianco e Negro, una storia di parole. PARTE PRIMA. Schiavitú e imperi. I. L'istituzione della schiavitú. II. La schiavitú nell'Africa sub-sahariana. III. La dinamica europea. IV. Scoperta dell'America. Conclusione: Un impero singolare. PARTE SECONDA. Periodo Negro. V. La piantagione di negri (1620-1710). VI. Una società impossibile (1710-1750). VII. Verso la crisi (1750-1794). Conclusione: Negro e violenza. PARTE TERZA. Il Regno del Bianco. VIII. La dominazione (1790-1830). IX. Dalla schiavitú alla razza (1830-1850). X. Nuove conquiste (1850-1885). XI. Il governo delle razze (1885-1915). XIIi. Deliri, demoni, democrazie (1920-1950). Conclusione: L'intrigo della razza.

L'autore

Jeremy D. Popkin
insegna Storia alla University of Kentucky e ha scritto: Facing Racial Revolution. Eyewitness Accounts of the Haitian Insurrection (2007), You Are All Free. The Haitian Revolution and the Abolition of Slavery (2010). Per Einaudi ha pubblicato Haiti. Storia di una rivoluzione (2020) e Un nuovo mondo inizia. La storia della Rivoluzione francese (2021).

Jeremy D. Popkin
Un nuovo mondo inizia
La storia della Rivoluzione francese

Traduzione di Alessandro Manna
Giulio Einaudi editore, Torino: giugno 2021
La Biblioteca
Pagine: 712 (XVIII-692). Rilegato con sopraccoperta
ISBN 9788806244705
€ 37,00

eBook
ISBN 9788858436622
€ 12,99


20/11/2021 - 10.27.45

fonte: Einaudi


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


Interfiere

FairAdvisor

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2021 copyright Pianeta Srl - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.