EIMA

bimu

traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 153250

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

8 (nuovi 10 tra 29gg. 23h 27min.)
terminati (nuovi 2 tra 23h 27min.)


proponici le tue notizie

La Commissione Europea ha selezionato l’offerta relativa al progetto European Patrol Corvette presentato da un Consorzio di Industrie per il secondo bando del Fondo Europeo per la Difesa relativo alla Modular and Multirole Patrol Corvette 07 giugno 2024


PRISMA news. Torino, 15 giugno 2024 – Il tema della difesa sta coinvolgendo sempre più le opinioni pubbliche dei paesi europei, ritenendo di fare cosa utile riportiamo di seguito questo comunicato stampa Fincantieri.

Genova/Parigi/Roma/Madrid/Atene, 7 giugno 2024 - La proposta del Gruppo di Industrie per la European Multi-Mission Patrol Corvette (EPC/MMPC), presentata il 22 novembre scorso dal Consorzio che riunisce i tre cantieri navali europei Navantia (ES), Fincantieri (IT) e Naval Group (FR), insieme a Naviris (FR/IT) e Hydrus (GR), è stata selezionata dalla Commissione Europea il 16 maggio 2024. Il contratto sarà negoziato con OCCAR-EA su mandato della Commissione Europea.

L’impegno dell’industria per il progetto European Patrol Corvette (EPC) nato in ambito PESCO e per il quale il 24 ottobre 2023 sono stati firmati i contratti per il primo bando “Modular and Multirole Patrol Corvette (MMPC)”, è stato confermato ed intensificato per il secondo bando MMPC, ottenendo la selezione della proposta da parte della Commissione Europea (CE) per un budget massimo EDF di 154,5 milioni di euro.

Questa nuova fase sarà finalizzata al completamento della progettazione iniziale e di dettaglio e allo sviluppo e integrazione di elementi tecnologici innovativi grazie ai quali le navi potranno dotarsi di vari sistemi e carichi utili a svolgere una vasta gamma di incarichi e missioni. Ciò permetterà la produzione dei due primi prototipi: una versione Long Range Mission (LRM) e una versione Full Combat Mission (FCM), che costituiranno le future flotte di corvette tecnologicamente avanzate delle nazioni, con l’obiettivo finale di espandere il livello di comunalità, interoperabilità e standardizzazione tra le Marine dei diversi Stati membri. Il prossimo passo, come stabilito dalla CE, sarà gestito da OCCAR-EA su mandato della CE.

Il secondo bando MMPC mira pertanto a rafforzare i cinque elementi chiave per l’autonomia europea: Economia, Difesa, Tecnologia, Industria e Sicurezza, consolidando le competenze e lo sviluppo congiunto di tecnologie avanzate tra l’industria europea, riducendo la dipendenza dell’Unione da entità esterne nella produzione di componenti, assicurando e stabilendo una nuova catena di approvvigionamento transnazionale all’interno dell’UE, con l’obiettivo di limitare il costo unitario e presentare la Corvetta Europea come un prodotto appetibile anche per il mercato estero in concorrenza con i cantieri non europei. Il progetto accelererà la disponibilità di corvette moderne, attraverso la predisposizione di programmi di acquisizione nazionali e fornendo ampie possibilità di interoperabilità con forniture e procedure comuni per le operazioni e la manutenzione, grazie alla modularità di missione.

Per questa nuova fase, l’impegno al cofinanziamento di Italia, Spagna, Francia e Grecia riflette un investimento condiviso negli obiettivi di sicurezza e difesa comuni delineati dal progetto PESCO e dall’Unione Europea.

Naviris
NAVIRIS è una joint venture 50/50 di Fincantieri e Naval Group, lanciata ufficialmente nel gennaio 2020. Con questa alleanza che offre nuove opportunità al mercato delle navi di superficie, Fincantieri e Naval Group hanno consolidato il loro desiderio comune di costruire un futuro di eccellenza per l’industria navale e marina. I due leader europei, che annoverano tipologie di offerta complementari, supportati da un vasto ecosistema, si sono uniti per servire meglio le Marine del mondo e aumentare reciprocamente il proprio vantaggio competitivo. I due Gruppi stanno concretizzando a livello globale un’ambizione condivisa: l’alleanza si basa su una comprensione reciproca delle sfide e delle realtà della Difesa navale nel mondo di oggi. Naviris è rivolta all’apertura delle porte dei mercati internazionali di domani.
Naviris nel cuore della Difesa Europea

Contatto per i media:
Ilaria Castagnola ilaria.castagnola@naviris.com +39 345 0848813

Fincantieri
Fincantieri è uno dei principali complessi cantieristici al mondo, l’unico attivo in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia. È leader nella realizzazione e trasformazione di unità da crociera, militari e offshore nei comparti oil & gas ed eolico, oltre che nella produzione di sistemi e componenti, nell’offerta di servizi post vendita e nelle soluzioni di arredamento navale. Grazie alle capacità sviluppate nella gestione di progetti complessi il Gruppo vanta referenze di eccellenza nelle infrastrutture, ed è operatore di riferimento nel digitale e nella cybersecurity, nell’elettronica e sistemistica avanzata. Con oltre 230 anni di storia e più di 7.000 navi costruite, Fincantieri mantiene il proprio know-how e i centri direzionali in Italia, dove impiega 10.000 dipendenti e attiva circa 90.000 posti di lavoro, che raddoppiano su scala mondiale in virtù di una rete produttiva di 18 stabilimenti in quattro continenti e quasi 21.000 lavoratori diretti. www.fincantieri.com

Press Office:
Tel. +39 040 3192473
press.office@fincantieri.it
Investor Relations
Tel. +39 040 3192111
investor.relations@fincantieri.it

Naval Group
Naval Group si posiziona come player internazionale della Difesa navale e partner per quei Paesi intenzionati a mantenere la propria sovranità marittima. Naval Group sviluppa soluzioni innovative per soddisfare le esigenze dei suoi clienti. Presente lungo l’intero ciclo di vita delle navi, progetta, produce, integra, supporta e aggiorna sottomarini e navi di superficie e i relativi sistemi ed quipaggiamenti, fino allo smantellamento incluso. Fornisce inoltre servizi cantieristici e di base navale. Come azienda ad alto contenuto tecnologico, attinge alla sua straordinaria competenza, alle sue risorse di progettazione e produzione senza pari e alla sua abilità per stabilire partnership strategiche, in particolare nell’ambito del trasferimento di tecnologia. Sempre attenta ai temi della responsabilità sociale d’impresa (RSI), Naval Group è firmataria del Global Compact delle Nazioni Unite. Presente in cinque continenti, il Gruppo genera
un fatturato di 4,257 miliardi di euro e occupa 16.325 dipendenti (forza lavoro equivalente a tempo pieno media annua, dati al 31 dicembre 2023).

Contatti stampa:
Bénédicte Mano benedicte.mano@naval-group.com +33 (0)6 76 46 17 77

Navantia
Forte di oltre 300 anni di storia nella costruzione di navi per la Marina spagnola, Navantia è un’azienda strategica attiva nel settore delle tecnologie e della Difesa di proprietà dello Stato. Le sue aree di specializzazione spaziano dalla cantieristica (navi di superficie e sottomarini) alla progettazione e integrazione di sistemi all’avanguardia, dal supporto al ciclo di vita ai servizi smart. Attraverso il suo marchio Navantia Seanergies, inoltre, è un fornitore globale per lo sviluppo di energia eolica offshore e altre energie verdi quali l’idrogeno. Navantia impiega direttamente quasi 4.000 persone in Spagna, principalmente negli uffici di Ferrol e Fene (A Coruña), Puerto, Real, San Fernando, Cadice e Rota (Cadice), Cartagena (Murcia) e Madrid e ha filiali in Australia, Arabia Saudita e Regno Unito.
Impegnata a costruire un futuro sicuro e sostenibile attraverso l’eccellenza tecnologica e la collaborazione industriale, Navantia ha contratti con Governi e aziende di tutto il mondo e intrattiene rapporti con università e centri tecnologici e accademici. Grazie alle sue pratiche ESG, contribuisce alla sostenibilità e all’innovazione attraverso l’impegno quotidiano verso le persone e il pianeta. È posseduta al 100% dalla Sociedad Española de Participaciones Industriales (SEPI), collegata al Ministero delle Finanze spagnolo.

Carolina Jiménez cjmenez@navantia.es +34 600905518
Esther Benito ebenito@navantia.es +34 690109243

Hydrus
Hydrus Engineering S.A., fondata alla fine del 2009, ha perseguito una traiettoria di crescita che l'ha resa leader nel suo settore. Con sede nella periferia nord di Atene, l'organizzazione fornisce soluzioni complete e integrate nei settori marittimo, energetico e della difesa. L'organizzazione si avvale di rigorosi sistemi di gestione della qualità e di una forza lavoro altamente qualificata, che le consentono di innovare e adattarsi continuamente, offrendo servizi e soluzioni su misura per affrontare le sfide dell'efficienza energetica, della decarbonizzazione, della gestione completa degli asset e della digitalizzazione. L'organizzazione ha esteso la sua presenza internazionale con un desk di coordinamento strategico a Shanghai, che supervisiona le operazioni in Estremo Oriente, e un ufficio a Limassol per gestire le attività in Medio Oriente. La continua crescita ed espansione nel corso degli anni è stata supportata da un ecosistema dinamico e in crescita di entità affiliate, che hanno migliorato e diversificato il portafoglio di servizi di Hydrus Engineering S.A.

Evangelos MEGALIOS - Direttore tecnico e operativo; Partner / CdA - e.megalios@hydrus-eng.com - +30
6948404497
www.hydrus-eng.com
George Ntroulias - Direttore dello sviluppo commerciale; socio / CdA - g.ntroulias@hydrus-eng.com - +30
6942232887
www.hydrus-eng.com


15/06/2024 - 10.37.13

fonte: Fincantieri


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


Interfiere

FairAdvisor

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2024 copyright Pianeta di Giovanni Paparo - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.