EIMA

bimu

traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 153247

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

10
2


proponici le tue notizie

Heinrich Johann Maria von Coudenhove-Kalergi
Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi
L’antisemitismo fra ieri, oggi e domani
A cura di Vincenzo Pinto
Mimesis


Pianeta Libri news. Torino, 6 aprile 2024 – Siamo nel 1935 e Hitler, ormai saldo al potere, procede speditamente nell'attuazione del suo scellerato progetto politico. Il 15 settembre vengono emanate le tristemente famose leggi di Norimberga, che proibiscono i matrimoni inter-razziali e criminalizzano le relazioni sessuali tra ebrei e individui di sangue tedesco o affine, e a seguito delle quali gli ebrei perderanno il diritto di voto e saranno esclusi dal pubblico impiego. I nazisti perseguitano anche zingari, malati di mente, handicappati, omosessuali e, tra i primi, gli oppositori, ma il bersaglio principale dei nazisti sono gli ebrei.

La questione ebraica torna così ancora una volta ad agitare l'opinione pubblica mondiale, e proprio verso la fine del 1935 il conte Richard Nikolaus Eijiro (R.N.E.) von Coudenhove-Kalergi pubblica il libro L'antisemitismo fra ieri, oggi e domani opera a quattro mani che si compone di una parte iniziale L'odio attuale per gli ebrei dello stesso R.N.E., e di una seconda parte L'essenza dell'antisemitismo, già uscita a Berlino nel 1901, opera del padre, il conte Heinrich Johann Maria von Coudenhove-Kalergi.

"Perchè ho rivisto il saggio L'essenza dell'antisemitismo, introducendolo con la biografia dell'autore [spiega R.N.E.]. Perché, a quanto ne so, non c'è nessuna altra opera nell'intera letteratura specialistica migliore di questa in termini di conoscenza dei fatti e onestà intellettuale."

La nuova ondata antisemita, sostiene R.N.E., ebbe come centro spirituale la Germania e fu preparata dal revival del credo razziale la cui migliore formulazione si trova nel libro di Houston Stewart Chamberlain, scrittore e filosofo britannico naturalizzato tedesco, I fondamenti del XIX secolo. Pubblicato nel 1899, il libro ebbe un'influenza decisiva sull'antisemitismo razziale e sulla politica razziale della Germania nazista.

Sono di grande interesse le riflessioni di R.N.E. sull'odio cristiano per gli ebrei, che genera, in innumerevoli casi, l'istinto antisemita e l'antisemitismo razziale, che a sua volta conduce con una logica spietata all'anticristianesimo neopagano nazista. Come pure le riflessioni sul mito ariano, scientificamente insostenibile, e sul mito razziale che trasforma artificialmente la Germania mono-razziale in uno stato bi-razziale: con gli ariani quale razza dominante e gli ebrei quale razza paria, laddove, in verità, non esiste una razza ebraica: le persone di fede ebraica appartengono a razze molto diverse.

Quanto ai Protocolli dei savi anziani di Sion, un falso antisemita dalla A alla Z, una delle calunnie più sfacciate e più vili della storia universale, non avrebbero raggiunto la loro importanza planetaria se un uomo di straordinario successo nel suo campo, il re dell'automobile Henry Ford, non avesse perorato la loro autenticità attraverso il suo The Dearborn Independent noto anche come The Ford International Weekly. Lo stesso Henry Ford, alcuni anni dopo, scrisse a Louis Marshall, un dirigente degli ebrei americani: "È mio dovere di uomo d'onore, per riparare il torto fatto agli ebrei, miei simili e fratelli, denunciare con tutte le mie forze le menzogne che commisi con queste pubblicazioni".

La questione ebraica, che intitola il capitolo 3, per R.N.E. è fondamentalmente una questione di minoranza, e quasi ovunque nel mondo, le minoranze di ogni genere sono oppresse dalle maggioranze. Alle pagine 70 e 71 troviamo parole appassionate sulla minoranza religiosa costituita dagli ebrei rimasti fedeli alla loro fede, critiche alle varie definizioni razziali degli ebrei, e una sintesi potente delle vicende affrontate dalla minoranza ebraica in duemila anni di martirio, che hanno prodotto uno dei rami più eminenti dell'intera umanità.

Dopo brevi cenni al sionismo – che intende creare un focolare nazionale per gli ebrei attraverso la colonizzazione di un territorio, dove un giorno non saranno più una minoranza, ma una maggioranza – e all'assimilazione – che intende sfumare le differenze e i contrasti traebrei e non-ebrei, affinché gli ebrei non siano più percepiti come minoranza, ma come compagni nazionali alla pari –, L'odio attuale per gli ebrei si conclude con commoventi parole di speranza.

Il conte imperiale Heinrich Johann Maria von Coudenhove (Coudenhove-Kalergi dal 1903, col permesso dell'imperatore Francesco Giuseppe I) nacque a Vienna nel 1859 e morì nel castello di Ronsperg (ora Pobeszovice, Repubblica Ceca) nel 1806. Come diplomatico dell'Austria-Ungheria visse prima ad Atene, poi a Rio de Janeiro, Costantinopoli, Buenos Airesa e infine a Tokyo, dove nel 1888 fu accreditato come incaricato d'affari nell'impero giapponese. Qui conobbe la giovane donna giapponese Mitsuko Aoyama che sposò con rito civile nel 1982 e, dopo la conversione di Mitsuko al cattolicesimo, davanti all'arcivescovo di Tokyo nel 1894. La coppia ebbe a Tokyo due figli, nel 1893 naque Johannes e nel 1984 Richard Nikolaus Eijiro, futuro fondatore del movimento paneuropeo.
Quando nel 1893 morì suo padre, che aveva nominato erede il “figlio maggiore del mio figlio maggiore”, Heinrich von Coudenhove si dimise dal servizio diplomatico per assumere l'amministrazione del patrimonio di famiglia come tutore del figlio minorenne Johann, e la famiglia si trasferì nel castello di Ronsperg nella Boemia occidentale. Lì nacquero altri cinque bambini.

Nella biografia del padre R.N.E. afferma: "Frequentò felicemente e amichevolmente dotti gesuiti e rabbini, devoti cristiani ed ebrei, musulmani e buddisti. Peraltro, odiava il fanatismo, l'intolleranza e il clericalismo. […]
In che modo quest'aristocratico cattolico giunse a difendere gli ebrei contro la loro persecuzione? Sentiamo cosa dice lui stesso al riguardo:
Confesso che anch'io ero un antisemita teorico. Quando ero più giovane ero anche un antisemita pratico, e per ottime ragioni, poiché ho avuto le esperienze personali più spiacevoli che si possanno immaginare con usurai ebrei, ecc. Se,quando qualche anno fa decisi di studiare e scrivere di ebrei, mi fossi chiesto se l'opera si sarebbe rivelata antisemita, probabilmente avrei risposto di sì. Uno studio serio e, credo, approfondito della questione mi ha insegnato il contrario."

La biblioteca allestita da Heinrich Johann Maria nel castello di Ronsperg, conteneva quasi tutta la letteratura universale sull'ebraismo e l'antisemitismo e anche i settori della filosofia, dell'etica, della religione, del misticismo, della chiesa e della storia religiosa erano ampiamente coperti. Nel 1901 pubblicò il libro di circa 530 pagine L'essenza dell'antisemitismo che, secondo il Manuale dell’antisemitismo, è “probabilmente il primo trattato sul fenomeno dell’antisemitismo su base scientifica”: dimostra che non esiste affatto una “razza ebraica” e che quindi non si dovrebbe presumere che gli ebrei abbiano alcuna “caratteristica razziale”, nega inoltre chiaramente la presunta nocività della “mescolanza razziale”. La biblioteca sopravvive ancora oggi ed è gestita dal Museo Nazionale di Praga.

https://it.wikipedia.org/wiki/Richard_Nikolaus_di_Coudenhove-Kalergi

https://it.wikipedia.org/wiki/Heinrich_di_Coudenhove-Kalergi

Scheda del libro:

Heinrich Johann Maria von Coudenhove-Kalergi
Richard Nikolaus von Coudenhove-Kalergi
L’antisemitismo fra ieri, oggi e domani
A cura di Vincenzo Pinto
Mimesis Edizioni (Milano - Udine) - MIM Edizioni srl, 1ª edizione: gennaio 2024
Collana: Fuori collana
Pagine: 316. Brossura fresata, con alette
ISBN: 9791222305585
€ 24,00

EPUB
ISBN 9791222308210
€ 16,99


06/04/2024 - 12.32.45

fonte: Giovanni Paparo giovapaparo@gmail.com


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


Interfiere

FairAdvisor

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2024 copyright Pianeta di Giovanni Paparo - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.