EIMA

Lamiera

traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 153228

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

10
2


proponici le tue notizie

La compliance experience del Gruppo Esaote raccontata a compliancedesign.it da Ombretta Faggiano


Pianeta Impresa news. Torino, 30 aprile 2022 – Esaote è uno dei principali produttori mondiali di apparecchiature biomedicali. Il Gruppo industriale ha oltre 30 anni di esperienza nello sviluppo, produzione, commercializzazione e assistenza tecnica di sistemi diagnostici ad ultrasuoni (ecografi) riconosciuto a livello internazionale come leader mondiale nel settore della risonanza magnetica dedicata (RM dedicata). Il Gruppo è anche uno dei principali attori nel settore dell’Information Technology per la sanità.

Nel 2018 il gruppo genovese è stato acquisito da un consorzio di investitori industriali cinesi del biomedicale. Tra questi spicca il nome di JackMa, il fondatore del colosso e-commerce Alibaba, che ha puntato sul gruppo made in Italy attraverso Shanghai Yunfeng Xinchuang, il fondo di private equity co-fondato da lui e David Yu, ex presidente di Focus Media.

Esaote nel Mondo
L’azienda, con sede in Italia, è presente con siti produttivi e laboratori di ricerca e sviluppo a Genova, Firenze e Maastricht (Olanda). Presente in oltre 80 Paesi del Mondo in Europa, America, Latinamerica, Asia e Africa anche attraverso una rete internazionale di distribuzione.

I progetti

Il Gruppo Esaote sta perseguendo molti progetti nell’ambito dell’intelligenza artificiale e, in particolare, sta lavorando per l’integrazione sui propri dispositivi diagnostici in ambito senologico, di programmi volti alla “breast density classification” attraverso l’utilizzo di algoritmi che consentono di intercettare le caratteristiche dei noduli mammari in maniera molto più precisa e per aiutare la diagnosi dei carcinomi del seno. Inoltre, nel campo dell’Information Technology applicata alla sanità, Esaote sta sviluppando una piattaforma per lo sviluppo di modelli di Intelligenza Artificiale integrati con i sistemi di archiviazione e condivisione dati (RIS/PACS) installati nelle grandi strutture ospedaliere.
Sempre nel campo dell’Information Technology il Gruppo sta lavorando all’introduzione di tecniche basate su NLP (Natural Language Processing) per la conversione automatica di referti non strutturati in strutturati, applicate alla refertazione Covid-19. 

“Proponiamo soluzioni che consentono la gestione dei rischi e la crescita sostenibile”

Agli albori della carriera c’è il mondo degli studi legali internazionali, fatto di dedizione e competitività, la stessa che la accompagnerà durante gli anni a seguire. Nel 2014, dopo esperienze in aziende multinazionali, approda a Esaote, azienda leader nel campo della diagnostica biomedicale.

“Con il mio ingresso il Gruppo Esaote si è dotato di una funzione legale interna (fino a quel momento esternalizzata) che ha racchiuso anche le aree della compliance e della governance” ci racconta Ombretta Faggiano, Chief Legal Governance Compliance e Corporate Tenders Officer e membro interno dell’Organismo di Vigilanza.

Cultura, formazione, engagement, collaborazione: sono questi i principi su cui si fonda l'azione del nostro team

Un settore, quello medicale, altamente regolamentato e ad alto rischio sotto più profili, che richiede un’attenzione sistemica e multidisciplinare nel valutare i rischi nella logica della business partnership.
Una delle conferme del lavoro svolto negli anni, dal team legal e compliance, è stata l’ottenimento, da parte della capogruppo, del Rating di Legalità con il massimo punteggio di tre stellette, risultato raggiunto - secondo uno studio del 2020 dell’AGCM - soltanto dal 7% delle aziende italiane che fanno richiesta del Rating.

Non ci limitiamo a fornire pareri legali, ma proponiamo soluzioni che consentono sia la gestione dei rischi che la crescita

La vicinanza al centro decisionale e strategico dell’azienda (Faggiano ricopre anche il ruolo di responsabile della segreteria societaria), la stretta collaborazione tra i vari dipartimenti - in particolare con HR, Finance, Qualità, Operations, HSE -, l’impegno profuso nel rafforzare la cultura del rischio legale e compliance dell’azienda, hanno permesso di raggiungere una fase definita “di maturità e consapevolezza” dalla stessa Faggiano che sottolinea “la mission che ha ispirato l’azione del dipartimento legale e compliance è stata da sempre quella di stretta partnership con il business: non ci limitiamo a fornire parerei legali, ma proponiamo soluzioni che consentono sia la gestione dei rischi che la crescita”.

Esaote ha anche aderito al Global Compact delle Nazioni Unite, la più grande iniziativa globale legata alla sostenibilità del business, compiendo un passaggio importante nel prepararsi al reporting integrato rispetto al quale “la funzione legal e compliance ha avuto e avrà un ruolo propositivo e pivotale” sottolinea Faggiano che continua “cultura, formazione, engagement, collaborazione: sono questi i principi su cui si fonda l’azione del nostro team, sono queste leve a rendere efficace e apprezzato il nostro lavoro”.

La decisione è stata anche frutto dell’acquisizione - nel 2018 - del gruppo genovese, da parte di un consorzio di investitori industriali cinesi del biomedicale. Tra questi spicca il nome diJack Ma, il fondatore del colosso e-commerce Alibaba, che ha puntato sul gruppo made in Italy attraverso Shanghai Yunfeng Xinchuang, il fondo di private equity co-fondato da lui e David Yu, ex presidente
di Focus Media.

“Dalla Corporate oggi forniamo un servizio qualificato a tutte le operatività globali per massimizzare i risultati derivanti dalla partecipazione alle gare pubbliche sia nazionali che internazionali, contribuendo a dare esecuzione alla strategia di rafforzamento della presenza nel mercato pubblico anche all’estero” precisa la Faggiano.

La conoscenza della rete, la relazione con tutti gli stakeholder per noi è' fondamentale

Dalla volontà di rafforzare ulteriormente l’impegno alla legalità e alla sostenibilità in ottica strategica e competitiva, nel corso del 2020, ha preso corpo il passaggio nella struttura legal e compliance della Direzione del Corporate Tenders Office (Ufficio Gare Corporate) con delega globale; in precedenza la direzione era a riporto della funzione sales Italia con esposizione solo nazionale.

Al di fuori dei confini nazionali viene fornito direttamente supporto a tutte le società del Gruppo Esaote e, nei territori dove non è presente una società controllata, il lavoro si svolge a stretto contatto con la rete indiretta, i distributori locali.
“La conoscenza della rete, la relazione con tutti gli stakeholders per noi è fondamentale. Aver integrato il Tenders Office ha rafforzato la nostra missione e ci ha permesso di rendere efficienti ed efficaci tutti i presidi dei sistemi di controllo in ottica integrata. Le forti competenze in materia del Codice degli Appalti Pubblici, già proprie del Tenders Office, inoltre, si è potenziata in sinergia con quelle proprie della funzione legale e compliance, anche per la gestione dei contenziosi amministrativi.
Da quando è stata costituita la Funzione Corporate Tender Office, la capogruppo, si è anche profilata con successo presso tutte le maggiori organizzazioni internazionali come United Nations e tutte le relative centrali di acquisto, World Health Organization World Bank, Medecins Sans Frontieres, Emergency” aggiunge Faggiano.
Presidiare il mercato in maniera più efficace, avere una funzione centralizzata che possa fungere da garante delle procedure, avere un Competence Center con risorse dedicate per il rafforzamento della presenza del Gruppo nel mercato pubblico a livello globale, sono gli elementi alla base della logica vincente della business partnership.

Nel settore degli appalti pubblici alcuni requisiti da facoltativi diventano premiali e anche obbligatori

“La nostra prospettiva sul mercato, rispetto agli obiettivi aziendali, ci consente di aggiungere valore ai processi per la partecipazione alle gare pubbliche: la nostra azione è volta a comprendere a fondo con quale finalità i rischi vengono gestiti e ci impone di navigare nel mercato avendo come bussola il profitto sostenibile”.

Nel settore degli appalti pubblici, in particolare, si sta registrando un cambio di paradigma per cui alcuni requisiti finalizzati alla soddisfazione dei bisogni sociali derivanti dagli impegni relativi all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, con particolare riferimento a tutela ambientale, anticorruzione, diritti umani e sicurezza sul lavoro, da facoltativi diventano premiali e anche obbligatori.

“La piramide delle responsabilità aziendali si sta appiattendo perché sussistono sempre più requisiti previsti dalla legge a tutela dei bisogni sociali. La mappatura delle opportunità sociali contribuisce a definire il mercato in cui operiamo ed i costi per la soddisfazione dei bisogni sociali sono variabili da ottimizzare nella formulazione di strategie di business finalizzate al vantaggio competitivo.
La corporate governance - che pure rientra nell’area di responsabilità della funzione legal e compliance del Guppo Esaote - è orientata alla creazione di valore condiviso per l’ottimizzazione contestuale dei benefici per l’impresa e per la società” ci spiega Faggiano.

Philanthropic
Etical
Legal
Economic

Archie Carroll, the pyramid of social corporate responsability


L’aspetto fondamentale del lavoro di Carroll, apparso su Business Horizons nel 1991, consiste nell’offrire una visione di “struttura piramidale” secondo cui è organizzata la CSR.
I primi due livelli, quello della responsabilità economica e legale, sono legati alla natura stessa dell'attività imprenditoriale. Da una parte la pretesa che l'azienda operi in attivo e produca profitti e dall'altra la richiesta che vengano rispettate le leggi. Con i due gradini successivi invece si entra nella vera e propria responsabilità sociale d'impresa.
Nelterzo livello troviamo la responsabilità etica, dove l’impresa s’impegna nell’accettazione dei bisogni emergenti della società, e s’impone comportamenti etici in maniera volontaria.
Infine, al vertice, troviamo la responsabilità filantropica, aspetto del tutto discrezionale e liberamente scelto dalle aziende. Essa consiste in una responsabilità nei confronti della società che va oltre le questioni commerciali, economiche e d’impresa e prevede elargizioni liberali, investimenti nella comunità, ecc.


Navigare nel mercato avendo come bussola il profitto sostenibile

In una realtà che conta milletrececento dipendenti e il cui slogan è “less is more”, l’ampliamento di competenze tecnologiche avanzate è fortemente valorizzato ed è per questo che il 20% dei dipendenti è impegnato nella ricerca e nello sviluppo. I trend di sviluppo tecnologico sono sempre molto fervidi nel settore medicale ed in questa direzione anche le aree di intervento del PNRR su nuove tecnologie e digitalizzazione aprono opportunità che portano a svariate forme di partnership anche con interlocutori pubblici dove la legalità, l’etica e la affidabilità sono di vitale importanza.

“Nella gestione delle attività a stretto contatto con Key Opinion Leaders, con i professionisti della sanità e con la pubblica amministrazione la cybersecurity e la compliance nella gestione dei dati paziente è fondamentale e all’interno della nostra funzione abbiamo strutturato un team dedicato alla compliance GDPR. Inoltre, con la crescita esterna, oltre quella interna, Esaote è in grado di accelerare lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche e nuovi prodotti, ma la scelta del partner è fondamentale. Nel nostro caso” conclude Faggiano “sitratta di partner accreditati sul mercato appartenenti ad un network virtuoso in cui collaborano prestigiose Università e Associazioni Mediche, oltre che aziende di fama indiscussa e con tecnologie avanzate. A monte c’è un filtro valoriale importante, ma l’attività di screening e di due diligence svolta dalla funzione compliance in sinergia con le altre funzioni aziendali coinvolte nei progetti, resta fondamentale per garantire il successo delle collaborazioni nel lungo periodo”.

Simona Paradiso
email: news@compliancedesign.it
tel. +39 0236517967
https://compliancedesign.it


30/04/2022 - 09.42.40

fonte: Simona Paradiso news@compliancedesign.it


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


Interfiere

FairAdvisor

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2022 copyright Pianeta Srl - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.