EIMA

Lamiera

traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 153225

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

10
2


proponici le tue notizie

Mario J. Cereghino
Giovanni Fasanella
con Rosario Priore
l libro nero della Repubblica italiana
La guerra clandestina
e la strategia della tensione
dalla fine del fascismo
all'omicidio di Aldo Moro
Chiarelettere


Pianeta Libri news. Torino, 3 gennaio 2022 – Sulle drammatiche vicende di terrorismo che hanno accompagnato la storia della Repubblica italiana molto è stato scritto: sulla base del vasto lavoro compiuto da tanti valorosi magistrati, coadiuvati da intelligenti e coraggiosi investigatori, e anche grazie all'impegno di intrepidi giornalisti e ricercatori, che hanno contribuito a ricostruire tanti oscuri retroscena.

Grazie alla saggia decisione dell'editore Chiarelettere, è da poco uscita la raccolta, in un unico volume, di alcuni testi fondamentali che hanno contribuito ad alimentare le nostre conoscenze. Restano ancora molti punti oscuri, ma sicuramente non cadrà nel vuoto l'esortazione del nostro Presidente Sergio Mattarella che ha ricordato il dovere morale di «non dimenticare» e la necessità di portare luce negli angoli ancora bui, perché «la completa verità sugli anni di piombo è un esigenza fondamentale per la Repubblica».

Intrigo internazionale, Il golpe inglese, Il puzzle Moro, Le menti del doppio Stato: quattro libri fondamentali frutto di anni di ricerche basate su documenti ufficiali rinvenuti negli archivi anglosassoni e nazionali. Ecco perché la Repubblica italiana è stata segnata da terrorismo, tentativi di golpe, servizi segreti deviati, stragi e un'infinita serie di eventi tragici mai veramente chiariti. Una vera e propria guerra clandestina combattuta dai nostri stessi alleati inglesi, americani e francesi. Così, per più di trent'anni, il doppio Stato ha insanguinato l'Italia.

I risultati di un'indagine condotta in alcuni fra gli archivi più prestigiosi del mondo (a cominciare da quello britannico di Kew Gardens) sui contesti interni e internazionali che fecero da sfondo agli anni di piombo. Ecco il "grande gioco" sullo scacchiere italiano, in cui guerra fredda tra nemici e guerra segreta tra amici e alleati per il controllo del Mediterraneo (e del petrolio) si sono intersecate fino a sovrapporsi, contribuendo a creare nella seconda metà del Novecento il terreno fertile per violenza e terrorismo.

I quattro libri pubblicati nell'arco di un decennio, tra il 2010 e il 2020, vengono ora riproposti in un unico volume, rispettandone la sequenza cronologica, per far emergere il filo rosso che lega le inchieste di Rosario Priore, il magistrato che si è occupato degli episodi più gravi di terrorismo politico, alle ricerche di Mario José Cereghino e Giovanni Fasanella, i quali più di altri continuano a scavare sui nessi tra le radici endogene della violenza e la complessità dei contesti internazionali, basandosi rigorosamente su fonti di prima mano.

Nessi a lungo negati o sminuiti, ma che ora cominciano finalmente a essere riconosciuti anche nella discussione pubblica.

Il volume è arricchito dai testi dell'ex ministro della Prima repubblica Rino Formica e dello storico Giuseppe Vacca.

Gli autori

Mario José Cereghino
, saggista ed esperto di archivi anglosassoni, ha pubblicato vari studi di storia contemporanea con Bompiani, Castelvecchi, Chiarelettere, Feltrinelli, Garzanti, Mgs Press, Mondadori, Rba Libros (Barcellona). Ha collaborato con i quotidiani “il manifesto”, “Il Piccolo”, “la Repubblica”, “La Vanguardia” (Barcellona).

Giovanni Fasanella (https://giovannifasanella.it), giornalista e ricercatore, ha pubblicato libri sul dietro le quinte della storia contemporanea italiana con Einaudi, Mondadori, Rizzoli, Sperling & Kupfer. Per Chiarelettere, oltre a quelli presenti in questo volume, ha scritto: Una lunga trattativa. Stato-mafia: dall’Italia unita alla Seconda Repubblica (2013); La storia di Igor Markevic (con Giuseppe Rocca, 2014); Colonia Italia (con Mario José Cereghino, 2015).

Rosario Priore è stato uno dei magistrati più impegnati a ricercare la verità sul terrorismo in Italia, soprattutto nelle sue matrici internazionali. Molte le inchieste da lui condotte: Ustica, Moro, l’attentato a Giovanni Paolo II, le stragi di origine mediorientale. Ha fatto parte di commissioni internazionali sul terrorismo e la criminalità organizzata.
Tra i suoi libri: Chi manovrava le Brigate rosse? (con Silvano De Prospo, Ponte alle Grazie 2011); La strage dimenticata (con Gabriele Paradisi, Imprimatur 2015); I segreti di Bologna (con Valerio Cutonilli, Chiarelettere 2016).

Mario José Cereghino
Giovanni Fasanella
con Rosario Priore,
Il libro nero della Repubblica italiana
Chiarelettere editore, Milano. Prima edizione: novembre 2021
Collana: Principio attivo. Inchieste e reportage
Pagine: 984. Brossura con alette
ISBN: 9788832964707
€26,00


03/01/2022 - 11.05.17

fonte: Giovanni Paparo gpaparo@expofairs.com


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


Interfiere

FairAdvisor

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2022 copyright Pianeta Srl - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.