FairAdvisor

traduzioni e interpretariato per tutte le lingue mondiali, ovunque


English
version
fiere | servizi | Weekly | GMF | PRISMA | notizie | acquista

media kit | contattaci | chi siamo | stampa | link utili | privacy

numero totale utenti registrati: 152961

tipo di accesso: ospite | accedi | registrati

crediti mensili:
crediti giornalieri:

10
2


proponici le tue notizie

500 mila visitatori alla prima edizione della SUZHOU DESIGN WEEK 2018 | Venezia e Suzhou firmano il “REGIONAL COOPERATION SIGNING” per la protezione e lo sviluppo economico e culturale delle due città


PRISMA news. Torino, 4 dicembre 2018 – Si è conclusa la prima edizione della SUZHOU DESIGN WEEK con quasi 500 mila visitatori provenienti non solo da Suzhou, che conta oltre venti milioni di abitanti, ma anche da città vicine come Shangai, che ha ospito nel contempo il Salone del Mobile Milano-Shangai.

Promossa dal Governo Municipale di Suzhou con il sostegno della Suzhou National Historical & Cultural City Protection Zone, l’appoggio istituzionale del Governo cinese, e contributo speciale di Vittorio Sun Qun e Xie Dan, la SUZHOU DESIGN WEEK si è svolta presso il Gusu District Peachblossom Village dal 23 al 27 di novembre sul tema “Grand Design, New Economy”.

A chiusura della manifestazione Massimiliano De Martin, Assessore all’urbanistica della città di Venezia, e Mr. Yang Zhiping, Vice Mayor of Suzhou Municipal Government, hanno firmato il “REGIONAL COOPERATION SIGNING”, importante accordo che sigla e rafforza i rapporti di cooperazione fra le città di Suzhou e Venezia, gemellate dal 1980, che si impegnano a elaborare progetti congiunti nel campo dello sviluppo urbano sostenibile, con il difficile compito di proteggere i rispettivi centri storici, sempre più coinvolti in una crescita esponenziale del turismo e di tutte le difficoltà che questo comporta.

Mr. Yang Zhiping: “La prima edizione della Suzhou Design Week è stata un ulteriore passo in avanti nel rafforzamento della collaborazione e del dialogo, sia a livello istituzionale, sia nella crescente interazione tra imprese, formazione e territorio, fra Suzhou e Venezia, Italia e Repubblica Popolare cinese. Il design urbano è importante per la qualità e la crescita di ogni comunità. Suzhou e Venezia sono legate da una amicizia storica, per questo alla Suzhou Design Week abbiamo voluto ribadire la volontà di continuare a dialogare e cooperare insieme nel campo dello sviluppo urbano e della protezione del patrimonio culturale. Nel processo di crescita economia e culturale di Suzhou, molti aspetti devono attingere all'esperienza internazionale, e in particolare a quella veneziana, perché entrambe le nostre città vivono situazioni di difficoltà e rilancio molto simili”.

Guest City 2018 della SUHOU DESIGN WEEK è stata Venezia con il progetto “X-Port Venice” curato da Michele Brunello.

Alla manifestazione, che ha presentato più di 100 tra mostre e installazioni artistiche, hanno partecipato 40 designer provenienti da 5 Paesi (Italia, Corea, Olanda, Francia, Giappone e Regno Unito), che si sono confrontati con alcune delle principali firme del design cinese, come Zeng Hui (consulente artistico della Suzhou Design Week), Wang Yudong (curatore della mostra fotografica “Urban Spirit”), Jiang Youbo (curatore dell’installazione “Suzhou’s Golden Age”) e Wu Wenyi (curatore della mostra “Footprint”).

Suzhou Design Week 2018
Terrisa Zhao | terrisa.zhao@sinoeucenter.com
WeChat official account: Suzhou Design Week

Ufficio Stampa:
Studio De Angelis, Milano
Stefano: c. 345 7190941 | info@deangelispress.it
Mariangela, c. 333 6706324 | marinene289@gmail.com

www.deangelispress.it/suzhou-design-week-2018-1a-edizione-grand-design-new-economy/


04/12/2018 - 11.08.35

fonte: Studio De Angelis info@deangelispress.it


ricerca notizie:

fonte:

range temporale:

ordina per:

data, ora discendente

data, ora ascendente


BIE

Interfiere

I vostri hotel per le fiere di Rimini


© 2018 copyright Pianeta Srl - Torino. Tutti i diritti sono riservati. La registrazione, riproduzione, copia, distribuzione o comunicazione pubblica non autorizzate costituiscono violazione del copyright. I trasgressori saranno perseguiti a norma di legge e soggetti al pagamento dei danni.